I rossetti album di famiglia gianni oliva

45978216.jpg
45978216.jpg

I Rossetti. Album Di Famiglia - Gianni Oliva

Gianni Oliva (a cura di)

ISBN 978-88-6344-140-6 38.00

Prestigiosa Edizione - Volume cartonato di 305 pagine con oltre 150 immagini ed elegante sovracoperta. Con contributi di: Mario Cimini, Gabriele Rossetti, una vita per la poesia e la patria; Gianni Oliva, Antonio Rossetti inculto natural vitae; Gianni Oliva - Eleonora Mugoni, Domenico Rossetti, Il fratello perduto; Marco Alessandrini, Dante Gabriel Rossetti, pittore; Eleonora Sasso, Dante Gabriel Rossetti, poeta; Mirko Menna, Christina Rossetti; Paolo De Ventura, Maria Francesca Rossetti; Gianni Oliva, William Michael Rossetti. Questo album, realizzato dai collaboratori del Centro europeo di studi rossettiani diretto dal prof. Gianni Oliva, d'intesa con l'Università di Chieti-Pescara, racconta, come si suol dire, una bella storia, una storia di famiglia. La gran mole di documenti raccolti, di testimonianze e di immagini fanno di questo libro un veicolo di informazione notevole sulla identità italiana e sui rapporti tra Italia e Inghilterra.

Richiedi Informazioni L'autore

Gianni Oliva

GIANNI OLIVA, dopo aver insegnato nelle Università di Perugia e di Roma «La Sapienza», è dal 1987 professore ordinario di Letteratura italiana nell’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti-Pescara. Già Direttore di Dipartimento e Coordinatore Generale del Dottorato di Studi umanistici (PhD, School of advanced Studies), ha tenuto corsi e seminari in diverse Università americane ed europee. Ha fondato e dirige il Centro Europeo di Studi Rossettiani ed è nel comitato scientifico del Centro Nazionale di Studi Dannunziani. Nel 1997 ha dato vita alla rivista «Studi Medievali e Moderni», di cui è direttore. Critico e filologo, i suoi interessi di ricerca riguardano quasi tutto l’arco della letteratura italiana, con speciale attenzione per le culture regionali, per l’area medievale (Dante, Buccio di Ranallo, Simone Prudenzani) e per l’età post-unitaria (Verga, Capuana, di cui ha curato commenti e edizioni critiche). A D’Annunzio e all’estetismo di fine secolo italiano ed europeo ha dedicato molte energie e studi ritenuti fondamentali.