Corpi soglie e frontiere e ettorre l martinelli

Convegni e celebrazioni

Corpi, soglie e frontiere - E. Ettorre, L. Martinelli

Corpi

ISBN 978-88-6344-439-1 14

Il corpo - oggetto semiotico e soglia ineludibile tra lo spazio del soggetto e la rete delle significazioni sociali - è esso stesso la "frontiera" che i saggi raccolti in questo volume si propongono in vario modo di investire.  Corpi come frontiere, delimitanti un'alterità che può rivelarsi insidiosa e perturbante, e come soglie, superfici investite dal gioco delle proiezioni e delle rifrazioni interculturali. Il volume raccoglie interventi di anglistica, francesistica e italianistica e trova la sua unità in un'idea di letteratura non vincolata dalle frontiere nazionali, ma immersa in un processo, un'osmosi che mescola tempi e spazi, categorie culturali e linguaggi: una letteratura-mondo.

Richiedi Informazioni L'autore

(A cura di) Emanuela Ettorre e Lorella Martinelli

Emanuela Ettorre è Professore Associato di Lingua e Traduzione Inglese presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. È autrice del volume Lo specchio e la clessidra. Uno studio della narrativa di Thomas Hardy (Liguori); ha curato con Pierre Coustillas un volume su George Gissing per la Rivista di Studi Vittoriani; ha tradotto e curato una raccolta di racconti di George Gissing (Il sale della terra, Edizioni Tracce); di Thomas Hardy (L’immaginazione di una donna e altri racconti, Transeuropa) e di Hubert Crackanthorpe (Racconti, Edizioni Scientifiche Italiane). Ha pubblicato articoli su Thomas Hardy, George Gissing, Wilkie Collins, Anthony Trollope, Mary Kingsley, Charles Darwin, sulla letteratura di viaggio al femminile e sui rapporti tra scienza e letteratura.

Lorella Martinelli è Ricercatrice di Lingua e Traduzione Francese presso l’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. È autrice dei volumi Tristan Corbière, Il linguaggio del disdegnoso e altri saggi di letteratura estrema (Edizioni Scientifiche Italiane, 2001), Gli amori gialli. Canone in versi e identità poetica in Tristan Corbière: selezione di liriche con testo a fronte (Tracce, 2012). Ha curato un’edizione francese delle Amours jaunes di Tristan Corbière (L’Harmattan, 2007), e tradotto Il Negriero di Édouard Corbière (Transeuropa, 2014). Ha pubblicato saggi sulla teoria e sulla storia della traduzione e tradotto opere di scrittori contemporanei francesi e francofoni, R. Guitton, Il principe di Dio (LED, 2009) e Y. Villemaire, L’onda di Amsterdam (Edizioni Scientifiche Italiane, 2010). È co-editor del volume Francia e Italia (1956-1967). Lingua, letteratura, cultura (Carabba, 2016).