Giorgio luzzi patrick cherif

Critica letteraria

Giorgio Luzzi - Patrick Cherif

ISBN 978-88-6344-513-8 18

Un itinerario della parola tra etica e poesia.

Giorgio Luzzi, valtellinese di nascita e torinese di adozione, riflette l’ibridismo geografico delle sue radici in una poesia addensata, ferrigna e scandita, intrisa di cultura mitteleuropea e oriunda. La sua è una voce lirico-narrativa (sia pure di una narratività elusa), plurilingue e plurisangue, la cui grana è un conclamato espressionismo dalle motivate “oscurità” di dettato e, al tempo stesso, carico di una forte tensione etica. I suoi versi, modellati da una fervida riflessione critica, accolgono un audace sperimentalismo linguistico e stilistico, mentre la studiata ironia rivela la lezione di Erba. La sua poesia evade così dal confine “lombardo” e si inserisce nel solco di quel robusto antisublime che altri maestri (da Sereni a Raboni, accogliendo anche le voci dei minori e persino dei minimi) hanno sviluppato in altre chiavi.
Con attenzione e con passione, Patrick Cherif si applica alla definizione di un percorso non comune, che, non certo a caso, motiva l’esistenza di questo libro dai molti e sicuri meriti critici e dagli ancor più numerosi e sicuri meriti bibliografici ottenuti scavando dentro l’universo testuale di un poeta del nostro tempo che viene così consegnato – senza presunzione, ma con esegetica chiarezza – alla possibilità e financo alla necessità di altre letture, di altre e mai del tutto esaurienti spremiture, a cui – primo – fa da battistrada.

 

Richiedi Informazioni L'autore

Patrick Cherif

Patrick Cherif (Cagliari 1985), dottore di ricerca in Studi Filologici e Letterari, è docente di Letteratura italiana e di Metodologie della ricerca presso l’Università di Sfax. Ha pubblicato saggi sulla poesia contemporanea, con particolare riguardo per autori come Corazzini e Pozzi, indagati anche sul versante metrico e linguistico. Si occupa inoltre di versoliberismo primo novecentesco.