Il re e pazzo il re e solo cleomene i di sparta bultrighini

Il re è pazzo, il re è solo. Cleomene I di Sparta - Bultrighini

Bultrighini

ISBN 978-88-6344-422-3 18

Il volume è dedicato alla vicenda complessa del re spartano Cleomene I, che dominò la scena politica greca tra seconda metà del VI sec. a. C. e primo decennio del V a. C. Il problema centrale affrontato nel saggio è di carattere storiografico e riguarda la principale fonte di informazione su Cleomene, Erodoto. Erodoto visitò Sparta dopo la metà del V secolo e fu in contatto con membri dell'aristocrazia spartiata: costoro gli hanno fornito una versione dei fatti relativi al regno di Cleomene mirata alla damnatio e al discredito del re, rappresentato come pazzo e crudele. La stessa versione esaltava i famigliari che hanno preso il potere dopo la sua morte, la figlia Gorgo e suo marito Leonida. Il saggio mira quindi a individuare elementi per una ricostruzione obbiettiva utilizzando anche fonti tarde (Plutarco, Pausania), che di regola sono trascurate dalla critica ma offrono indizi per integrare e correggere la tradizione erodotea.

Richiedi Informazioni L'autore

Umberto Bultrighini

Umberto Bultrighini, ordinario di Storia greca all’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, si è occupato di pensiero politico greco in numerosi articoli e contributi; ha scritto "Maledetta democrazia. Studi su Crizia" (Alessandria 1999) e ha curato "Democrazia e antidemocrazia nel mondo greco" (Alessandria 2005). Altri suoi campi di indagine sono stati l’economia greca ("Elementi di dinamismo nell’economia greca tra VI e IV secolo. L’eccezione e la regola", Alessandria 1999), la condizione femminile nel mondo greco ("Donne che contano nella Storia greca", Lanciano 2014, curato insieme a E. Dimauro), la storia spartana tra VI e V secolo a. C. ("Il re è pazzo, il re è solo. Cleomene I di Sparta", Lanciano 2016), l’opera di Pausania ("Pausania e le tradizioni democratiche.
Argo ed Elide", Padova 1990, e l’edizione e commento del libro X della "Periegesi, Delfi e la Focide", in collaborazione con M. Torelli, per la ‘Fondazione Lorenzo Valla’, Milano 2017). Ha inoltre curato, con E. Dimauro, i volumi "Omaggio a Domenico Musti" (Lanciano 2013) e "Gli amici per Dino. Omaggio a Delfino Ambaglio" (Lanciano 2015).