Nel labirinto della parola mia garr

Letteratura italiana
45808332.jpg
45808332.jpg

Nel Labirinto Della Parola - Mia Garré

Mia Garré

ISBN 978-88-95078-44-1 22.00

Il volume si sofferma sul rapporto oralità-scrittura, di cui prende in considerazione anche alcuni momenti della riflessione filosofica dall’antichità ad oggi; si addentra nelle questioni relative alla parola inagita per tentarne un’analisi alla luce degli eventi storico-sociali che le hanno determinate; e, nell’azzardare ipotesi “sull’anello che non tiene” nella pratica didattica, avanza la proposta di un curriculum della scrittura nel quale la lezione della pedagogia retorica classica convive con le più recenti indicazioni metodologiche. Si rivolge dunque per eccellenza a tutti coloro che insegnano, o stanno per insegnare, italiano e, più in generale, a chi prova interesse per una riflessione sullo stato della scrittura nella società e nella scuola.

Mia Garré, studiosa di letteratura e lingua italiana, ha pubblicato numerosi saggi sulla letteratura italiana a cavallo tra Otto e Novecento. Dopo aver condotto corsi di italiano come L2 presso l’Università di Stanford a Firenze e presso il Centro Linguistico d’Ateneo della stessa città, tiene Laboratori di scrittura nella Scuola di Specializzazione all’Insegnamento Secondario dell’Università degli Studi G. D’Annunzio di Chieti, e insegna Didattica dell’Italiano presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università G. D’Annunzio.

Richiedi Informazioni L'autore

Mia Garré

Mia Garré , studiosa di lingua e letteratura italiana, rivolge da decenni la propria attenzione critica specialmente al secondo ottocento e al primo novecento, affrontando problematiche connesse allo statuto del moderno e alle sperimentazioni semantico-linguistiche intese come sintomi e insieme tentativi di risposta alla crisi della civiltà umanisticamente impostata. In tale direzione ha prodotto saggi e interventi su vari aspetti e autori della Scapigliatura lombarda e sulla prima fase de “La Voce”. Del 2007 è il volume "Nel labirinto della parola" edito da Carabba, che costituisce una riflessione sulla condizione dell’italiano odierno indagato in due specifi cazioni cruciali, quella della scrittura e quella dell’apprendimento. È stata docente di italiano presso la sede fi orentina della Stanford University, il Centro Linguistico di Ateneo e il Centro di cultura per stranieri dell’Università di Firenze e la SSIS dell’Università “G. d’Annunzio”. Già docente di Didattica dell’Italiano presso le Facoltà di Lettere e Filosofia e Scienze della formazione di quest’ultima Università, è attualmente ricercatrice di Letteratura Italiana nella Facoltà di Scienze della formazione dell’Università telematica “Leonardo da Vinci”.