Racconti del focolare

Ricordi e sogni

Racconti del focolare

ISBN 978-88-6344-412-4 15

I racconti inediti riuniti in questa raccolta sono suddivisi in tre sezioni e coprono un arco temporale che va dagli anni, relativamente sereni, precedenti il secondo conflitto mondiale - "I racconti del focolare" - agli anni segnati dalla tragedia della guerra - "Il tempo del dolore" -, per finire con gli anni della ricostruzione e della rinascita dell'immediato dopoguerra - "La nuova vita"-.

Questo volume inaugura la nuova collana "RICORDI E SOGNI. Narrativa e saggistica", diretta da Giuseppina Enrica Cinque. I temi all'origine della collana (millenni di testimonianze, anni di storie e di antiche saggezze, ricordi che svaniscono col rammarico dei pochi che non li hanno saputi, o voluti, raccogliere, desiderio di identità sempre più latente, memorie) vertono sul bisogno di trasmettere alle nuove generazioni  l'antica storia di un piccolo nucleo abruzzese, di una minuscola vallata (quella dell'Aventino) facilmente trascurabile agli occhi di un disattento visitatore. Non solo storia. Fatti, racconti, documenti, immagini, leggende, saperi... Un insieme documentario ma frammentario, la cui trasmissione fino ad oggi è stata delegata a pochi cultori, i cui risultati, benchè talora pregevoli, non sono riusciti a creare un chiaro filo conduttore per la ricerca dell'identità locale.
 

Richiedi Informazioni L'autore

Marco Angelo Madonna

Marco Angelo Madonna è nato a Lama dei Peligni (Chieti) il 28 marzo 1925. Laureatosi in lettere e pedagogia, si è dedicato con passione all’insegnamento, all’impegno sociale e alla letteratura. È stato sindaco del suo paese natale dal 1970 al 1980, già allora “non allineato” con i tradizionali schieramenti politici. La sua fervida attività culturale si è manifestata attraverso la pubblicazione di due volumi di poesie (Ricordi e Sogni, 1970; Pensieri, Parole, Impressioni, 1977), alcuni saggi (Uomo e società in Albert Camus, 1972; Attualità di Cesare De Titta, 1976), ma soprattutto attraverso racconti e poesie, pubblicati, sia pur in ordine sparso, in numerose riviste letterarie e antologie che lo hanno portato a ottenere onorificenze e riconoscimenti a livello nazionale.  La sua produzione letteraria, a cui appartiene anche questa raccolta di racconti, tuttavia è rimasta in gran parte inedita a causa della sua prematura scomparsa.

Le illustrazioni presenti nel libro provengono da chine originali, ispirate ai racconti, realizzate da suo fratello Giuseppe Madonna, che ancora vive e lavora a Lanciano, ove si dedica alla scultura (bronzo e pietra), non trascurando l’alternanza periodica con la pittura e le arti grafiche, giungendo a occupare un rilevante ruolo nel panorama abruzzese e nazionale soprattutto nel campo dell’arte sacra. L’inserimento di alcune sue illustrazioni, costituiscono un dono, un sensibile completamento dei testi, in gran parte intriso di quella struggente e immaginaria realtà che connota i racconti.