Francia e italia 1956 1967 lingua letteratura cultura perolino martinelli giacone maffioletti

Testi e ricerche. Studi di cultura francese e italiana

Francia e Italia (1956 - 1967) Lingua, letteratura, cultura - Perolino, Martinelli, Giacone, Maffioletti

ISBN 978-88-6344-420-9 23

Con la pubblicazione della seconda parte degli Atti del Convegno internazionale France et Italie (1956-1967), tenutosi a Grenoble nell’autunno del 2014 e organizzato dal “Laboratoire Universitaire Histoire Cultures Italie Europe” (Université Grenoble Alpes), giunge a termine un articolato percorso di ricerca interdisciplinare.
Il presente volume raccoglie saggi e interventi sulla cinematografia, le traduzioni, la canzone d’autore, le relazioni culturali e letterarie, con l’obiettivo di descrivere gli scambi tra Italia e Francia negli anni del boom economico e dell’affermazione della società dei consumi.
Risultano dunque centrali i viaggi, le occasioni di incontro, il giornalismo, la televisione, in uno scenario complesso, mobile, che scorre su molteplici registri di analisi, con approfondimenti dedicati a Godard, Brassens, Fellini, Fortini, Calvino, Arbasino, Chiaromonte e altri.

Richiedi Informazioni L'autore

(A cura di) Ugo Perolino, Lorella Martinelli, Alessandro Giacone, Marco Maffioletti

Ugo Perolino è ricercatore di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso l’Università degli Studi «G. d’Annunzio» di Chieti-Pescara. Si è occupato della poesia del Novecento con saggi su Boine, Zanzotto, Cacciatore, Giuliani. Tra le sue pubblicazioni: Oriani e la narrazione della nuova Italia (Massa, Transeuropa, 2011); Il sacro e l’impuro (Cesena, Il Ponte Vecchio, 2012); Un euforico congedo. Gli anni Settanta nei pamphlet di Alberto Arbasino (Pescara, Tracce, 2012). Con Andrea Cedola e Leonardo Casalino ha curato il volume Il caso Moro. Memorie e narrazioni (Massa, Transeuropa, 2016).

Lorella Martinelli è ricercatrice di Lingua e traduzione francese presso l’Università «G. d’Annunzio» di Chieti-Pescara. È autrice dei volumi: Tristan CorbièreIl linguaggio del disdegnoso e altri saggi di letteratura estrema (Napoli, Esi, 2001); Gli amori gialli. Canone in versi e identità poetica in Tristan Corbière: selezione di liriche con testo a fronte (Pescara, Tracce, 2012); Il Negriero di Édouard Corbière (Massa, Transeuropa, 2014). Ha curato un’edizione francese delle Amours jaunes di Tristan Corbière (Parigi, L’Harmattan, 2007); e pubblicato saggi su Pierre Loti, Barbey d’Aurevilly, Samuel Beckett e Leïla Sebbar. Ha tradotto opere di scrittori contemporanei francesi, R. Guitton, Il principe di Dio (Milano, LED, 2009); e Y. Villemaire, L’onda di Amsterdam (Napoli, ESI, 2010).



Alessandro Giacone ha studiato all’école Normale Supérieure e all’Institut d’études Politiques di Parigi. Dal 2009 è maître de conférence presso l’Università Grenoble Alpes/LUHCIE. È specialista di storia politica italiana, di rapporti franco-italiani e di storia dell’integrazione europea. Fra le sue ultime pubblicazioni: Il Riformismo alla prova. Il primo governo Moro nei documenti e nelle parole dei protagonisti, 1963-1964 (con Mimmo Franzinelli, Annali Fetrinelli, 2012); Jean Guyot, un financier humaniste, Parigi, CNRS éditions, 2015; France-Italie 1955-1967 (vol. 1) Politique, Société, Économie, (a cura di A. Giacone e M. Maffioletti), Grenoble, ELLUG, 2016.

 

Marco Maffioletti è docente nella scuola secondaria francese e collabora con il centro di ricerca LUHCIE dell’Università Grenoble Alpes. Fra le sue pubblicazioni si segnalano: France-Italie 1955-1967 (vol. 1) Politique, Société, Économie, (a cura di A. Giacone e M. Maffioletti), Grenoble, ELLUG, 2016; L’Olivetti e la salute dei lavoratori, in «Giornale di storia contemporanea», 2/2016; «Olivetti, entre le territoire et le globe», in Mondialisation. Modèles nationaux de développement et stratégies d’entreprises (XIXe-XXIe siècles), a cura di Dominique Barjot e Marie-Claude Esposito, Paris, SPM, 2016.